La leucemia felina (felv), una grave malattia nei gatti

Gatos Paradais Sphynx

Informazioni su gatti, la loro cura e la salute, razze di gatti, di genetica, di cat. Foto e video.

Intestazione di Destra

  • Animales
  • Perros
  • Cento
  • Rettili
  • Anfibios
  • Aves
  • Peces
  • Mamíferos
  • Sphynx
  • Perro sin pelo
  • Invertebrados
  • Natura
  • Viaggi

Autore: Paradais Sphynx Deja onu comentario

In questo página gatti

  • 1.3.1 Afecciones non tumorales
  • 1.3.2 Afecciones tumorales
  • 1.5.1 Più informazioni su gatti, razze, cura…

la leucemia felina (VLFe, FeLV) è una malattia rara ma molto grave, prodotta da un retrovirus e ha una capacità di oncogeni (in grado di produrre tumori). Esso è distribuito a livello mondiale e infetta una media tra il 3-20% dei gatti, secondo la loro posizione geografica.

Epidemiologia (spread)

La trasmissione del virus leucemia felina richiede un rapporto diretto e stretto contatto con i gatti. Di solito è oronasal, ma si può anche essere infettati attraverso l’urina o il latte. La trasmissione per via parenterale (i combattimenti) e veneree può essere, ma non è frequente. È comune nei gatti di vivere all’aperto in comunità, se si adotta un gatto preso dalla strada, è importante andare dal veterinario in modo che possa eseguire i test appropriati, e di conoscere lo stato di salute dell’animale.

Patologia

Contatto diretto oronasal, e la replica a livello locale. Molti gatti rifiutano il virus in risposta a una buona immunità cellulare; in altri, il virus provoca una viremia transitoria (di sangue), ma anche riuscire a combattere fuori. Infine, in un certo numero di gatti, il virus nel sangue raggiunge il sistema linfatico e la milza, ma è anche possibile ottenere eliminare.

Se non la si rifiuta, il virus raggiunge il midollo osseo e di solito è dormiente. Il problema è che il gatto non può andare nell’eliminazione di virus continuamente. Nel caso che c’è questa latente, si può moltiplicare e portare a una viremia persistente.

i Sintomi della leucemia felina

La maggior parte dei gatti contratto la malattia soffrono di un’infezione silenziosa, apparentemente in buona salute, ma può essere spargimento del virus. Se si presentano con segni clinici possono essere: condizioni non tumorali (85%) o condizioni mediche, tumore (15%).

Condizioni non tumorali

  • una Conseguenza dell’immunodeficienza umana (50%).
  • È osservato nei gatti infetti cronica.
  • Sono più suscettibili a molte malattie:

– Virale: rinotraqueitis, PIF…
– Batterica: la gengivite, la polmonite, piodermas…
– Parassitaria: la toxoplasmosi.

  • In cuccioli infetti in giovane età può sviluppare una sindrome con:

– Letargia.
– Atrofia del timo e strutture linfoidi.
– Linfopenia.
– Incompetenza immunitario.
– Anemia (25%).

  • Altre malattie:

– Glomerulonefrite.
– Artrite reumatoide.
– Uveite.
– Atassia, alterazioni dell’alunno…
– Aborti spontanei, infertilità…

Condizioni di tumore

  • Linfosarcomas (altamente aggressivi tumori).
  • Leucemia, meno spesso.

Diagnosi

la diagnosi deve essere fatta da la conferma di laboratorio. Non esiste un trattamento specifico contro questa infezione virale. Inoltre, il trattamento sintomatico non elimina il pericolo di contagio.

Il modo migliore per prevenire la malattia è quello di prendere un controllo di salute dal veterinario di scelta che ci consigliano di:

– Rilevazione dei gatti infetti.
– Misure di isolamento e disinfezione.
– la Vaccinazione.