La Storia della Colombia — Dalla sua origine, ha trascorso oggi

Colombia è un paese storia intenso e più esteso. Un territorio con un paio di costumi e di una cultura che è più vecchio di secoli. La sua gente, la sua gastronomia e per i suoi paesaggi sono meravigliosi e tutti i suoi visitatori vi lascerà stupefatti. Una nazione che ha attraversato diverse fasi e periodi diversi con il passare del tempo degna di conoscere. Per questo motivo, CurieSfera.com vorremmo spiegare il la storia della Colombia e provenienza. Cominciamo?

si può Anche come il la storia del Messico

  • 1 Origen de Colombia.
  • 2 Prova coloniale de Colombia
  • 3 Historia de la Independencia de Colombia
  • 4 Conservadores y militares populistas colombiani
  • 5 Historia reciente de Colombia

Origen de Colombia.

conoscere il la storia e l’origine della Colombia è necessario prima sapere com’è. Con la tripla catena delle Ande del Nord frammentare il territorio, attraversato da fiumi maestosi, aperto ai Caraibi e del Pacifico, in posizione strategica tra l’america del Nord e del Sud, Colombia è una terra privilegiata che accoglie una ricca diversità biologica.

Il paese confina a nord con il mar dei Caraibi, a ovest con il Panama e l’oceano Pacifico, a sud con l’Ecuador e il Perù, e ad est con il Brasile e il Venezuela.

Precedentemente noto con il nome di Nueva Granada, la Colombia è stata la scena di un disperato spedizioni che hanno svolto centinaia di abbronzato conquistadores spagnoli alla ricerca di El Dorado, una delle chimere più importante per la storia.

El Dorado non è mai stato trovato, ma, in cambio, i coloni concordato per l’immenso tesoro di arte monumentale, la ceramica, l’oreficeria di antiche culture del nord andino, incorporato alla corona spagnola, la più ricca di terre d’America.

tuttavia, questo bellissimo paese non ha avuto, né ha, una semplice storia: il villaggio è ben lungi dall’aver ottenuto la protezione e lo sviluppo, che è stato promesso a coloro che lo ha portato alla libertà pubbliche.

Periodo coloniale della Colombia

Prima di raggiungere gli spagnoli, il territorio dell’attuale Colombia è stato occupato da diversi popoli in diversi gradi di civiltà. Il chibcha, sugli altipiani orientali, che sono i più importanti, con un governo centrale e la conoscenza dell’astronomia, dell’agricoltura e della ceramica.

a sinistra dietro sono il caraibi, che abitavano le zone costiere, la quechuas, quimbayas, chocoes e andaquíes. Alonso de Ojeda è stato colui che per primo è arrivato sulle sue rive (1499), di nuovo visitato da Rodrigo de Bastidas e Juan de la Cosa (1502). Nel 1510 da lui fondata Darien, seguita da Santa Marta (1525) e Cartagena (1533).

alla ricerca della favolosa ricchezza di El Dorado, partirono le spedizioni verso l’interno del paese. Evidenziata la Gonzalo Jiménez de Quesada, che è andato il fiume Magdalena, ha sconfitto il chibcha e fondata Bogotá nell’anno 1538. Il de Belalcázar, che fondata Cali nell’anno 1536, e Federmann, proveniente dal Venezuela, che collegato con entrambi.

Tra i tre hanno concordato la pacifica distribuzione del territorio, a cui Quesada nome di Nueva Granada, che è stata costituita al vicereame del Perù. Per il loro governo, è stato creato nel 1550 per un’Udienza.

La Chiesa, ben presto (1534, vescovo di Cartagena), hanno contribuito con il loro lavoro di insegnamento religioso, per il consolidamento dell’insediamento spagnolo. Al 1620 è stato istituito a Cartagena, in un tribunale dell’Inquisizione, che aveva delegato a Bogotá.

Lo sfruttamento della colonia, poveri di metalli preziosi, era basata sull’agricoltura. La manodopera utilizzata è stata la popolazione indiana attraverso la encomienda sistema, e gli schiavi neri, principalmente fondata sulla costa settentrionale.

Nel 1717 fu creato il vicereame della Nuova Granada, con la sua capitale a Bogotá, fondata nel 1740. Comprendeva, oltre al moderno-giorno Colombia. Panama, Ecuador e Venezuela. Durante il periodo coloniale avuto a che fare con gli attacchi inglese, olandese e francese, e si è verificato anche i primi tentativi di rivolta.

Nel 1781, scoppiò la rivolta dei comuneros, infelice circa l’aumento delle tasse, che è stato soppresso dal viceré Manuel Antonio Flores. Lo spirito rivoluzionario francese penetrato il paese di tradurre Antonio Nariño, I diritti dell’uomo (1794).

L’invasione napoleonica del metropole (vedi storia della Spagna) favorito i tentativi di indipendenza, impossibile per rallentare nonostante le concessioni fatte in con la Corona (il diritto di rappresentanza in giudizio, la concessione di titoli di nobiltà). Le élite intellettuali ed economiche sentito disgusto a vedere che la Spagna è solo questione di valorizzare il territorio senza preoccuparsi del suo progresso.

Nel mese di luglio, 1810, è stato celebrato con una giunta rivoluzionaria, e nel dicembre dello stesso anno si è tenuta a Bogotà, il primo Congresso, si è conclusa con la divisione tra centralista e la legge federale.

La lotta tra i due è andato in favore della realistico, da Popayán di Santa Marta e ha iniziato l’offensiva, sotto il comando del generale Morillo, e hanno preso il controllo di Cartagena e a Bogotá (1815). Ma poco dopo l’esercito rivoluzionario, comandato dal Venezuelano, finalmente è riuscito a sconfiggere in Boyacá (1819), Carabobo (1821), e Pichincha (1822).

la Storia dell’Indipendenza della Colombia

La vittoria di Boyacá ammessi i patrioti di tenere un congresso di Angostura (1819), che ha proclamato l’unione della Nuova Granada e Venezuela in Repubblica della Gran Colombia, poi ampliata con l’inserimento di Panama (1821), Ecuador (1822), e di cui Bolivar è stato nominato primo presidente (1821).

Il congresso del 1823 e il 1826, tenutosi a Bogotà, emanato norme per l’organizzazione dello Stato, ispirato da Bolivar e Santander. Era lo scopo di Bolívar per l’unione degli stati americani ispanici, che ha convocato un Congresso di Panama (1826), ma la sua iniziativa non ha avuto successo.

i tentativi separatisti, ispirato da Santander (Colombia) e Páez (Venezuela), ha portato ad una guerra civile. Nel 1829 è iniziata la disintegrazione della Grande Colombia, e nel 1830, Venezuelano si è dimesso.

Francisco de Paula Santander, presidente (1833-37) della neonata Repubblica della Nuova Granada, ha dovuto imporre la sua autorità per interrompere lo spirito di ribellione. Nel 1841 ottenuto il potere, i moderati con Pedro Alcántara Herrán.

Il suo mandato (1841-45) è stata caratterizzata da un rilassamento delle tensioni interne, che ha consentito di partecipare al progresso culturale e materiale, ha continuato con il suo successore. Tomás Cipriano de Mosquera (1845-49). Sono stati compilati leggi (Raccolta di Granada) e viene tracciata dalla prima ferrovie.

Nel 1849 è salito al potere, il liberale José Hilario López, le cui misure radicali (espulsione dei gesuiti, l’abolizione della schiavitù nel 1851, il suffragio universale e l’abolizione della pena di morte per motivi politici, ha portato alla reazione conservatrice.

Il generale Obando, con il supporto della frazione moderata del partito liberale, ottenuto nel 1853, la presidenza, e ha continuato il lavoro di Lopez, per stabilire il suffragio universale e la separazione di Chiesa e Stato, ma è stato superato l’anno successivo il generale Meló, che è emerso come dittatore. Contro questo si è rivoltato i conservatori, che è riuscito a installare il potere di Ospina Rodríguez (1857).

Il partito conservatore, favorevole a una repubblica unitaria, era orientata verso la soluzione federalist papers, riconosciuto dalla Costituzione del 1858 con il nome di Confederazione Granadina (rinominata nel 1863 con quella degli Stati uniti di Colombia).

Mosquera ha preso il potere nel corso di due periodi (1861 -64 e 1866-67) e ho provato a rifare la Grande Colombia, Bolivar, ma non è riuscito e si è conclusa rovesciato 11867) dal general Santos Acosta.

Inizia una nuova liberale periodo in cui di cui di disturbi. Salgar (1870-72) che riforma l’istruzione primaria, ha promulgato un codice di commercio, e fondata la Banca di Bogotá.

Durante la presidenza di Aquileo Parra (1876-78) è diventato il disordine civile che ha portato a essere in grado di Rafael Nunez (1880), che ha ottenuto la Spagna, il riconoscimento dell’indipendenza della Colombia. Núñez evoluto verso destra, e ha governato negli ultimi anni, come dittatore, sostenuto dalla Chiesa e i proprietari terrieri.

Nel 1886 emanato una nuova Costituzione, che ha ristabilito l’organizzazione unitaria della Repubblica di Colombia. La morte di Núñez (1894), i liberali si ribellò e il paese fu coinvolto in un’altra guerra civile (1899-1903), chiamato da Mille Giorni, rovinosa per la sua economia.

Nel 1903, sentenza José Manuel Marroquín, di Panama la secessione dalla Repubblica. Il movimento secessionista è stato sostenuto dagli stati UNITI, interessati a stabilire la loro influenza nella zona dell’istmo.

Il governo di Rafael Reyes (1904-09) si segnala il recupero della Colombia. Modificata la Costituzione, si estende per 10 anni il mandato presidenziale e ha concluso la ferrovia delle Ande a Bogotá, anche se la sua gestione dittatura provocato il malcontento in tutta la nazione, che si levò contro di lui quando ha cercato di ottenere il Congresso ad approvare l’indipendenza di Panama. Nel 1910 è stata ulteriormente modificata la Costituzione e ridotto il mandato presidenziale di quattro anni.

Nel 1914, la Colombia ha riconosciuto l’indipendenza di Panama in cambio di un risarcimento di 25 milioni di pesos concessi dagli stati UNITI Fino al 1930 che ha seguito conservatore presidenti, tra i quali evidenziato Nel Ospina (1922-26), il fondatore di Banca della Repubblica.

Il paese ha vissuto in questo periodo da una situazione di stabilità politica e sociale, ed è stato in grado di avviare il processo di industrializzazione, con l’aiuto economico degli stati UNITI, Il processo è stato rallentato bruscamente dalla grande crisi economica del 1929.

Nel 1930, ha trionfato alle elezioni, il partito liberale, con Olaya Herrera, grazie alla divisione dei conservatori. È successo a Herrera Alfonso López (1934-38) v Eduardo Santos (1938-42), che ha evitato l’intervento del paese nella seconda Guerra Mondiale.

i Conservatori e i militari populista colombiani

Nel 1942, è stato ri-eletto presidente Alfonso López, che ha adottato una politica sociale favorevole per le classi popolari, che ha portato ad una forte riluttanza nei settori conservatori del paese e rassegnato (1945).

è Stato nominato a succedergli Alberto Lleras Camargo (1945-46). All’interno del partito liberale ha iniziato a sviluppare una sinistra-pendente, diretto da Jorge E. Gaitán. Nelle elezioni del 1946, i liberali sono stati presentati divisi, che ha dato la vittoria ai conservatori; assumeva la presidenza di Mariano Ospina Pérez.

Nel 1948, mentre stava celebrando la IX Conferenza panamericana di Bogotà, l’omicidio di Gailán provocato una rivolta popolare che. per andare diffondendo in tutto il paese, ha portato a un generale stato di anarchia, e è stato duramente represse dalle forze dell’ordine. Questo evento è avvenuto per la terminologia politica con il nome di bogotazo.

Nelle elezioni del 1950, tenuto in condizioni difficili di stabilità, ha trionfato la conservativo, Laureano Gómez, senza il partito liberale è intervenuta la stessa. Gómez ha istituito un regime dittatoriale che incrinato giù duramente l’opposizione, portando a una guerra civile. Molti liberali, al fine di sfuggire alla repressione, sono stati costretti a marciare per le montagne, dove formarono bande armate.

Nel giugno del 1953, il presidente, Urdaneta fu deposto da un colpo di stato militare, e ha preso il potere, il generale Gustavo Rojas Pinilla, che ricalcavano i metodi dittatoriali, come il suo predecessore. Supportato da cattolici e conservatori moderati, ha voluto stabilire un regime autoritario, e nel 1957 è stato fatto per ri-eletto da un’assemblea da lui designato. Conservatori e liberali hanno concordato sulla Patto di Sitges una tregua di 12 anni, secondo la quale si alternavano al potere per periodi di 4 anni.

L’esercito deposto Rojas Pinilla e assunse temporaneamente il governo della nazione. Il liberale Alberto Lleras Camargo, l’unico candidato sostenuto da due parti, è stato eletto presidente nel 1958 e formò un gabinetto composto da liberali e conservatori, in numero uguale. Nel 1962 è stato sostituito dal conservatore Guillermo León Valencia, e nel 1966 dall’liberale Carlos Lleras Restrepo.

Il sistema turnante stabiliti dal Patto di Sitges non è riuscito a recuperare la piena stabilità per il paese, scosso dalla crescente vogue di guerriglieri (soprattutto dal 1962), e l’estensione dell’agitazione per una università ad altri settori sociali. Il vincitore nelle elezioni del 1970, il conservatore Misael Pastrana Borrero, represse con durezza il movimento di guerriglia e ha fatto una politica di sviluppo economico.

Historia reciente de Colombia

Le elezioni presidenziali del 1974 ha la rottura del Patto di Sitges e la vittoria del liberale Alfonso López Michelsen, che era quello di dichiarare lo stato di emergenza (1975-76), a trattare con i guerriglieri delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC), Esercito di Liberazione Nazionale (ELN) e il Movimiento 19 de Abril (M-19).

Dopo un altro periodo di Governo liberale (J. C. Turbay, 1978-82). il conservatore Belisario Belancur (1982-86) firmato accordi di tregua con i tre movimenti di guerriglia e più importante, che furono subito violato (assalto al Palazzo di Giustizia da parte del gruppo M-19 novembre 1985).

Gli scontri sono stati riprodotti durante il mandato del liberale Virgilio Barco (1986-90), con gli attacchi contro i politici, giudici e funzionari di polizia. Una nuova Costituzione è stata promulgata nel 1991, durante la presidenza di liberale César Gaviria (1990-94).

il Suo successore, il liberale Ernesto Samper (periodo 1994-98), è stato accusato di finanziare la sua campagna elettorale con i soldi ricevuti dai cartelli della droga ed è stato proclamato per due volte il stato di disturbo interno, per combattere la violenza diffusa.

Il Parlamento assolto Samper (giugno 1996) di tutte le accuse, ma la situazione di debolezza del Governo ha continuato e nel 1998 ha portato nuovamente i conservatori per la presidenza della figura di Andrés Pastrana, che ha iniziato i negoziati con la guerriglia (gennaio 1999).

tuttavia, un indurimento delle posizioni e il rapimento di un senatore da parte dei guerriglieri ha fatto fallire il dialogo nel 2002. Il candidato liberale dissidente Alvaro Uribe sostituito Pastrana nel maggio del 2002.

Vuoi sapere di più su una storia?

Da CuriositàSfera.com speriamo che questo articolo intitolato storia della Colombia sei stato molto utile e piacevole. Se avete bisogno di controllare altri articoli simili, di ulteriori risposte, o volete vedere altre curiosità e dati storici sono eccentrici, è possibile visitare la categoria di Storia. Ma se per te è più facile, scrivere le vostre domande nel prossimo cercatore. E ricordate, se vi è piaciuto, dare a me piace, condividilo con i tuoi amici e la famiglia, o lasciare un commento. 🙂