La storia del VENEZUELA — Dalla sua origine ad oggi

Venezuela è un paese che ha una storia lunga e ampia storia. Un paese in cui le tradizioni, i costumi e la cultura che risale a diversi secoli indietro nei tempi antichi. I suoi paesaggi mozzafiato, gente meravigliosa e variegata cucina ruba il cuore dei turisti. Un territorio che ha vissuto varie fasi e i processi che nel tempo sono molto interessanti per conoscere. Per questo motivo, CurieSfera.com vorremmo spiegare il la storia del Venezuela e provenienza. Cominciamo?

si può Anche come il la storia del Messico

  • 1 Origine del Venezuela
  • 2 Storia del Venezuela in epoca pre-colombiana
  • 3 bolivar Storia – Era coloniale
  • 4 Storia dell’indipendenza del Venezuela
  • 5 Era della oligarchia conservatrice del Venezuela
  • 6 Fase di Cipriano Castro e Juan Vicente Gómez
  • 7 Periodo storico di Romulus Betancourt, Luis Herrera Campins
  • 8 Crisi politica ed economica del Venezuela
  • 9 Governo di Hugo Chavez

Origen de Venezuela

conoscere il la storia e l’origine del Venezuela prima di tutto dovete sapere come. A causa della sua lunghezza, che occupa il sesto posto tra il United americano, è situato nell’estremo nord-est del continente, sulle rive del mar dei Caraibi e l’oceano Atlantico. Limita il Nord con il mar dei Caraibi a sud con la Colombia e il Brasile, a est con l’oceano Atlantico e la Guyana e a ovest con la Colombia.

Il paese si estende una terra di contrasti così marcata come il carattere dei suoi abitanti, perché non c’è nulla di più diverso che un andina, cauti, e chiuso in se stesso, e un ranger, che vive strettamente interconnesse con il suo supporto e il suo paesaggio, oggi come cento anni fa, mentre in Caracas e nelle valli costiere emerge il versatile temperamento del popolo della costa.

Il paese detiene la gloria di essere il luogo di nascita di Liberatore dell’America, Simón Bolívar,, che produce un vero culto, poiché egli era nato anche in Venezuela, il primo fuoco della rivoluzione che ha portato nel continente australe per la libertà.

Ma la politica moderna e contemporanea ha portato a questo paese da più svariate direzioni, e la sua popolazione è ancora lontana dall’aver raggiunto il livello di vita che sarebbe stata dovuta se la distribuzione dell’immensa ricchezza naturale che è stato distribuito con equità.

la Storia di Bolivar pre-colombiana

I primitivi abitanti del Venezuela, appartenenti a varie tribù di gara caraibi, viveva in una fase di civiltà molto poco è cambiato. La società è stata fondata nel regime di comunità.

Il sistema economico di questo periodo è estremamente rudimentale. Esso è basato sulla raccolta e, in misura minore, in una nascente cultura della terra; l’organizzazione politica era l’area elettiva.

Historia venezolana – Fase coloniale

Cristoforo Colombo si avvicinò rive del Venezuela nel suo terzo viaggio nel corso dell’anno 1498. Dopo che è venuto ad esso, Alonso de Ojeda. Amerigo Vespucci, Juan de la Cosa, Christopher Guerra, Vicente Yanez Pinzon e altri.

Tra il 1530 e il 1575, spagnola di spedizioni comandate da capitani come Antonio Sedeño, Diego de Ordaz, Jerónimo de Ortal, e gli altri, in tournée in Oriente e la Guyana. Si stabilirono sull’isola di Trinidad barca e risalirono il fiume Orinoco, in cerca di ricchezze, di El Dorado. Ma la sua azione si è rivelata infruttuosa.

si può Anche come il storia della Spagna

allo stesso modo, non c’è stata penetrazione europeo nell’Ovest del venezuela. Nel 1529 venne Ambrogio Alfinger, un governatore nominato dal potente trading house tedesca Welser, del quale l’imperatore Carlo V aveva concesso il privilegio di esplorare e colonizzare la provincia del Venezuela, da cabo de la Vela di Maracapama.

Nel 1546 concluso la forza cassa di Welser in Venezuela e ha cominciato un modo più sistematico il l’insediamento ispanica, dal Tocuyo: Barquisimeto (1552). Valencia (1555), Trujillo e Merida (1558).

Caracas è stata fondata nell’anno 1567, a cura di D. de Losada, divenne ben presto il centro di gravità della colonizzazione, e da lì si è diffuso a est e a sud. Nel territorio dell’attuale Venezuela era andato a forgiare “le province” o governatorati (la Nuova Andalusia in Oriente, in Venezuela, nel Centro-Ovest, di Urla nelle Ande, ecc), da cui dipendeva direttamente alla corona di spagna, e aveva a capo un governatore.

Nel 1728. alla fine la pirateria e il contrabbando, è stato concesso il monopolio del commercio del venezuela per la Guipuzcoana Società. Presto impopolare a causa di privilegi di cui ha goduto (rivolte, 1732, 1745, il 1749 e il 1751).

Nel 1731 Caracas è stata elevata al capitano generale, che, nel 1777, sono stati aggiunti alla provincia di Cumaná, Maracaibo e la Guinea e le isole di Trinidad e Margarita, che costituiscono la capitaneria generale del Venezuela. Allo stesso tempo, ha introdotto riforme amministrative e ha dato la libertà alle porte per il commercio con l’metropolis (1778).

si può Anche sapere la storia del Cile

Historia de la independencia de Venezuela

Come cause di per l’indipendenza del Venezuela, che possono essere identificati: l’esempio AMERICANO, la diffusione delle idee liberali, il sostegno fornito dalla gran Bretagna, e gli interessi economici dei creoli, sono di pregiudizio per il monopolio commerciale della spagna e la sua separazione delle cariche di governo.

tuttavia, le idee di indipendenza. nonostante gli sforzi di Gual e Spagna (1797) e Miranda (1806), non hanno avuto successo e sono stati solo in grado di avere successo dopo l’organizzazione del Supremo Consiglio Presto il Consiglio ha rifiutato obbedienza alla Reggenza, spagnolo, e dopo lo svolgimento delle elezioni, il Congresso Nazionale ha dichiarato l’indipendenza del Venezuela, il 5 luglio 1811, con una Costituzione federale ispirato dagli stati uniti, che ha abolito la schiavitù e titoli di nobiltà, e dichiarata la libertà di stampa v commercio.

Fino al 1823, gli indipendenti, comandato al primo da Miranda, e poi da Bolíar, distaccato da Mariño e Páez, ha dovuto lottare contro i sostenitori dell’unione con la metropoli (Spagna), José Tomás Boves, e le truppe spagnole di Monteverde e Morillo.

Dopo il congresso di Angostura (1819) e l’unione della Nuova Granada e Venezuela nel nuovo stato di Colombia, una serie di vittorie di Bolívar, in particolare quelli di Boyacá (1819), e Carabobo (1821), le fu permesso di espellere definitivamente gli spagnoli del paese (1823).

Finito il combattimento, l’unione con la Colombia che si è mostrato sempre più precaria; dal 1826. Páez era, infatti, in ribellione contro il governo di Bogotà. Nel 1830 si consuma la separazione, il Venezuelano era morto poco prima. Paez è stato nominato comandante in capo civile e militare del Venezuela.

Ora l’oligarchia conservatrice Venezuela

Fino al 1850. il governo del paese che esercita la chiamata oligarchia conservatrice, rappresentato da Paez. Nel 1848, con il sostegno dei conservatori, è stato eletto presidente José Tadeo Monagas. che non ha esitato ad andare alla deriva verso il partito liberale, diretto da A. L. Guzmán.

Il Monagas, José Tadeo, e di suo fratello José Gregorio) accende l’alimentazione, che ha adottato forme di dittatura. Dal 1858 al 1870 il paese ha subito una terribile guerra civile tra liberali e conservatori, che ha portato la dittatura di Antonio Guzmán Blanco.

Ciò ha contribuito a stabilizzare il debito pubblico, ha incoraggiato la costruzione di ferrovie, di strade e di istruzione, e limitava i privilegi ecclesiastici. La morte di Guzman Blanco ha segnato un tempo di governi liberali. che è stata seguita dalla dittatura del generale Crespo (1892). L’aumento del debito nazionale è coinciso con l’controversie con la Gran Bretagna a causa dei limiti della Guyana.

Fase di Cipriano Castro e Juan Vicente Gómez

La morte di Crespo, e le rivalità di chi circondato Andrade creato un vuoto di potere, che ha avuto nel 1899, il leader tachirense Cipriano Castro a tagliare il suo modo di Caracas, alla testa di un piccolo esercito.

il Suo trionfo significava il determinante della regione andina nella politica nazionale. Anche se Castro ha parlato di nuovi uomini, nuovi ideali, nuove procedure, il suo regime aveva una tintura-etichetta personalista. Juan Vicente Gómez -anche tachirense — è stato il braccio armato del regime.

Castro è di fronte a una decisione nel 1903 per il blocco navale imposto sul Venezuela da varie potenze europee ad esigere il pagamento del debito estero. La mediazione degli stati UNITI nel conflitto segnò l’inizio del declino dell’influenza europea e il rafforzamento degli stati UNITI ALLA fine del 1908, mentre Castro era in viaggio per l’Europa, il vice-presidente Gomez ha dato un colpo di mano e prese il comando.

La dittatura di Gómez durò fino alla sua morte (1935) ha Governato il paese come una sua proprietà privata e ha istituito un regime di polizia terrore. Grazie alla scoperta delle favolose riserve di petrolio, potrebbe pagare il debito nazionale e la costruzione di strade e altre opere pubbliche, ma non si è risolto il problemi sociali e educativi o modernizzato agricoltura.

la sua morte ha il potere e il suo ministro della Difesa, Eleazar López si è mangiato, che ha liberalizzato il regime stabilito la libertà di stampa e di associazione, e promulgò una nuova Costituzione (1936). Finire il proprio mandato nel 1941. gli successe il generale Medina Angarria.

Periodo di storia, Romulus Betancourt Luis Herrera Campins

nonostante i progressi compiuti dal regime di López Contreras, è rimasto in vigore il latifondismo. la frode elettorale e la cattiva gestione dei fondi derivati dal petrolio, dedicato a sostenere una numerosa burocrazia, per la costruzione di opere di abbellimento e per aumentare la fortuna dei gruppi dirigenti.

Contro di loro nacque un militare si muovono in gruppo di Azione Democratica (AD), che ha portato al potere da Romulus Betancourt, e dopo di lui a Romulus Gallegos (1947), che ha dichiarato legale da parte del partito comunista, ha introdotto il suffragio universale e ha cercato di riforma agraria.

Una nuova sollevazione militare portò al potere il colonnello Carlos Chalbaud, che è stato ucciso nel 1950. Una parodia delle elezioni, rose a la presidenza di Marcos Pérez Jiménez (1952), che ha portato all’olio di risorse per il finanziamento di un programma di opere pubbliche e di modernizzazione dell’esercito, ha dichiarato fuori legge il partito comunista e l’Azione Democratica, ha ridotto l’altra per l’impotenza, e ha accumulato una grande fortuna, mentre la polizia è stata dettata dal terrore e la tortura.

Nel mese di gennaio 1958, una rivoluzione popolare a cui è stata aggiunta la Marina lo ha costretto a lasciare il paese e a rifugiarsi negli stati UNITI Dopo il governo provvisorio dell’ammiraglio Larrazábal. Egli è stato eletto presidente Romulus Betancourt. che ha ricevuto la collaborazione di social democratici di Rafael Caldera.

Il nuovo governo si preoccupava per il miglioramento dell’educazione e della previdenza sociale, il progresso dell’agricoltura, per la ridistribuzione del latifundios e la centrale idroelettrica. Ma c’era da affrontare la guerriglia casuistas (FALN) e rivolte estremisti di destra, in generale, promosso da elementi dell’esercito sostenuto da del dittatore dominicano Trujillo.

Il dicembre elezione del 1963 ha portato alla presidenza della Repubblica, Raúl Leoni. candidato per ANNUNCIO. Spinti dall’intensificarsi della guerriglia, trapiantati in aree urbane a partire dal 1965.

Leoni ha cercato un contrappeso nella collaborazione dei settori di radicale e di sinistra. Arrivati ad un relativo isolamento delle Forze Armate di Liberazione Nazionale (FALN), il cui leader. Douglas Bravo, è stato espulso nell’aprile del 1967 del partito comunista, condannando allo stesso tempo, la lotta armata e il terrorismo politico.

L’indecisione di R. Leoni portato alla fine del 1967, l’asportazione di un nucleo radicale dell’ANNUNCIO, il cluster più tardi, nel intorno a Luis Bertrán Prieto e il suo Movimento Elezione del popolo (MEP). Nelle elezioni del dicembre 1968 riuscito Rafael Caldera, un membro del socialcristiano COPEI (Comitato di Azione Politica Elettorale Indipendente).

i Suoi primi importanti misure sono state la concessione di amnistia per i guerriglieri del FALN e il ripristino della legalità del partito comunista. Tuttavia, le azioni di guerriglia tornato a proliferare nel 1972.

La firma di numerosi accordi di contrattazione collettiva, e una certa accelerazione nella distribuzione della terra, migliorato l’ambiente di lavoro della città e la campagna, e una legge che vietava la costituzione di centri bancari, il cui capitale non è stata interamente nazionale.

Nel dicembre del 1973, è stato eletto Carlos Andrés Pérez (AD) per la presidenza della Repubblica, e il suo partito ha ottenuto la maggioranza in entrambe le camere del Congresso. Nel 1974, ha promulgato la Legge sulla Nazionalizzazione dell’industria del ferro, e il Venezuela è entrato il Gruppo Andino.

Nel 1975, ha nazionalizzato l’industria petrolifera, con il consenso di base di tutte le forze politiche. Nelle elezioni presidenziali del dicembre 1978, sconfitto il democratico cristiano Luis Herrera Campins (COPEI).

la Crisi politica ed economica del Venezuela

La caduta dei prezzi del petrolio, costrinse il nuovo Governo ad adottare una politica di austerità che hanno colpito la sua sconfitta nelle elezioni del 1983, davanti al candidato dell’ANNUNCIO. che non riusciva a risolvere il debito esterno o l’alto tasso di disoccupazione.

all’esterno, Venezuela integrato, insieme con il Messico, la Colombia e Panama, il Gruppo Commercialista, costituita nel 1983 per raggiungere la pace in america Centrale. Carlos Andrés Pérez, è tornato alla presidenza nel 1988 e ha annunciato una scossa piano per restituire il dinamismo all’economia, ma l’aggravarsi della crisi ha innescato la protesta popolare e un fallito colpo di stato militare guidato da Hugo Chávez (febbraio 1992).

Il presidente è stato accusato di un anno dopo, di corruzione e di elaborati dalla Corte Suprema. Dopo il suo licenziamento, è stato nominato presidente ad interim fino alle prime elezioni del dicembre 1993. in cui ha sconfitto Rafael Caldera al fronte Nazionale di Convergenza. Nonostante i tentativi del nuovo Governo, il paese rimase sotto una dura crisi economica e la conseguente protesta popolare.

il Governo di Hugo Chavez

Con il supporto di sinistra, l’ex colonnello colpo di stato Hugo Chávez è stato eletto presidente nel dicembre 1998, con un ambizioso programma di riforme che ha incluso la scelta di un Assemblea Costituente, e l’approvazione tramite referendum la nuova Costituzione (1999) che ha mantenuto il regime presidenziale.

Chávez aumentato i poteri presidenziali, ha abolito il Senato ha autorizzato la rielezione del capo dello Stato per un secondo mandato di sei anni. Chavez è stato rieletto nel 2000 e due anni dopo ha subito un colpo di stato militare, il presidente è stato imprigionato e sostituito da un Governo provvisorio, ma dopo 48 ore di agitazione, riconquistò il potere (13 aprile 2002). L’instabilità politica e la grave crisi economica ha portato a un generale sciopero che è durato per due mesi (dicembre 2002-febbraio 2003).

Vuoi sapere di più su una storia?

Da CuriositàSfera.com speriamo che questo articolo intitolato storia del Venezuela sei stato molto utile e piacevole. Se avete bisogno di controllare altri articoli simili, di ulteriori risposte, o volete vedere altre curiosità e dati storici sono eccentrici, è possibile visitare la categoria di Storia. Ma se per te è più facile, scrivere le vostre domande nel prossimo cercatore. E ricordate, se vi è piaciuto, dare a me piace, condividilo con i tuoi amici e la famiglia, o lasciare un commento. 🙂