La storia del giornale. Che l’ha inventato, dove e come.

oggi, per acquistare e leggere le notizie di un giornale, è solo il caso di uscire per la strada e ci si avvicina a un chiosco. O ancora più semplice, si può leggere la stampa digitale attraverso Internet. Ma non è sempre stato così semplice. Ma molti anni fa, questo era molto più complessa.

Per lo sviluppo di un periodico (se mensile, settimanale o giornaliera), è necessario per il lavoro e la collaborazione di numerosi giornalisti e professionisti. In CuriositàSfera.com vorremmo spiegare a voi, la storia del giornale, come è stata la sua origine, dove, quando e chi ha inventato la carta, e molti più dati e informazioni interessanti. Cominciamo?

  • 1 Definizione di giornale
  • 2 Significato e l’origine della parola giornale
  • 3 Fonte il giornale
  • 4 Che ha inventato la carta
  • 5 Dove e quando è stato inventato il giornale
  • 6 La prima agenzia di informazione;

Definizione di giornale

Per cominciare, la prima cosa da fare è definire che cosa è un giornale esattamente. Il dizionario ci dice che si tratta di una pubblicazione periodica, al momento, e che di solito informa sulle novità o problemi di oggi. La loro periodicità può essere giornaliero, settimanale, mensile, bimestrale e anche bi-annuale.

dopo aver detto questo, di solito, nel senso di popolare, è spesso definito giornale o rivista se si esce per strada o è pubblicato ogni giorno. Altri sinonimi di giornale sono, secondo ogni paese: gazzetta, notizie, giornale, newsletter.

Significato e l’origine della parola periodici

etimologia e l’origine del termine periodica deriva dal latino “periodicus”: qualcosa che accade ad intervalli regolari nel tempo. Questa voce, che a sua volta deriva dalla parola greca “perihodostikos” (περιοδικός), il cui significato è un ciclo, un periodo di tempo o di modo:

  • peri: ricerca, alrededor, cerca.
  • hodos: rilascio, camino.
  • tikos: referente di un…, relativo a…

quindi, il concetto di carta indica a piedi in un cerchio, tornando all’inizio del ciclo per iniziare di nuovo.

Fonte il giornale

circa l’anno 59 a.c., in tempi in cui Giulio Cesare (100 a.C – 44.C) fu console romano, sono stati inseriti periodicamente nel forum chiamato Act Giorno. Nel suo informati i cittadini su tutte le cose di interesse che era successo o succederà in un breve periodo di tempo.

, cinese, nel settimo secolo, come propagate regolarmente una sorta di foglio manoscritto con le notizie considerate di pubblico e di interesse generale. Si può vedere la storia della carta per ulteriori informazioni.

nello stesso modo come nel Medioevo europeo due media diverse. Anche se il primo dei due che stiamo andando a definire che è stato il più utilizzato:

  1. Nella maggior parte delle città hanno falchi che hanno fatto i vicini di casa consapevoli di ciò che si sente dovrebbe essere noto. E ‘ stata una sorta di problema orale, newsletter periodiche in versi per ricordare facilmente il chiamante
  2. L’altro sistema è l’utilizzo di poster per far conoscere le disposizioni e le leggi per i suoi sudditi e cittadini.

Ma nel 1440, Johannes Gutenberg inventò la stampa moderna da stampa. Un aggeggio che ti permette di effettuare velocemente molte copie di un iscritto. In questo modo sarebbe più facile per il giornale come mezzo di massa potrebbe apparire un paio di anni più tardi.

Chi ha inventato la carta

a differenza di altre invenzioni, scoperte o anticipazioni di uomini, nel caso del giornale è molto complessa da assegnare ad una persona singola o collettiva, l’invenzione di questo mezzo di comunicazione. O che è lo stesso, non so chi ha inventato la carta.

piuttosto è nato o è apparso fuori “in modo naturale”, come logica evoluzione del sistemi di comunicazione che erano in uso, fino alla data in cui l’aspetto del giornali.

per cercare Di chiarire nella prossima sezione ci accingiamo a spiegare quando è stato inventato il giornale e inoltre dove è stato inventato, il giornale.

Dove e quando è stato inventato il giornale

può Essere considerato il primo giornale o primo comunicato per i media stampati ha avuto luogo a Vienna nel 1529. Era un foglio di notizie (anche chiamato “mercurios”), in cui invita i cittadini a contribuire per essere in grado di affrontare e sconfiggere i turchi, che erano pericolosamente stalking porte della città imperiale.

più tardi, nel 1580 fu pubblicato il primo giornale o rivista come la intendiamo oggi. Era il Mercurius Gallobelgicus, ha visto la luce nella città tedesca di Colonia sotto l’egida di Michael van Isselt (1530 — 1597).

Questo libro è servito come modello e fonte di ispirazione per tutti i suoi predecessori, compreso quello che è considerato primo giornale in lingua inglese: inglese Mercurie, che è stato creato nell’anno 1588. Nel seguente articolo si può vedere come fare un giornale.

prima pubblicazione moderno di periodicità regolare è apparso nella città belga di Anversa nel 1605: Nieuwe Tijdinghen, l’iniziativa della stampante per Abramo Verhoeven (1575 – 1652). L’idea è piaciuta così tanto che fu imitato in fretta.

Così, nel 1609, apparso in Germania un paio di settimanali: una pubblicata a Strasburgo, il Die Relazione aller fürnemmen-und gedenk würdigen Historien, in quale numero 37 parlando di un’invenzione del periodo: il telescopio di Galileo.

Nel 1611, c’era già a Londra, ufficio di messaggi periodici. Più tardi, Il giornale del francese Teofrasto Renaud, istituzionalizzato questo tipo di servizio.

primo giornale in lingua inglese pubblicato al di fuori dell’Inghilterra è stato pubblicato ad Amsterdam nel 1620: la Ribes, Italia, Germania…stampa George Veseler. Una serie di riviste periodiche.

Il giornale inglese Mercurius Britannicus, nel 1632, fu il primo giornale di essere censurato dall’autorità, che ha vietato di pubblicare notizie straniera nelle loro pagine. C’era una denuncia che ha vinto il premi nel 1641, aboliéndose sorprendente ban uk la stampa delle notizie alludendo all’estero: il giudice ha stabilito quanto segue: “La libertà di stampa è la nostra libertà.

Il primo giornale pubblicato in Germania, è stato nella città di Lipsia, da Timothy Ritzsch nel 1650: il Einkommende Zeitungen, , conosciuto da allora il Gazzetta di Lipsia, con quello che uscì per la strada fino al 1918.

Nel 1690, è nata la stampa americana, un’iniziativa del giornalista inglese Benjamin Harris, a Boston, con la loro Publick Occorrenze Estero e Domestick. è Interessante notare che solo durato quattro giorni, perché è venuto in conflitto con le autorità locali. Nella stessa città sarebbe nato nel 1704 il Boston Newsletter primo periodico americano, giornalista John Campbell.

Nell’anno 1697, nato il Gazeta de Madrid, una rivista settimanale, e che è il primo giornale di Spagna. Prima di questo fatto, c’erano tutti i tipi di volantini, avvisi, storie che sono stati diffusi tramite il servizio postale già esistenti. Pubblicazioni, come il Avvisi di Jerónimo de Barrionuevo per informare la gente su tutti i tipi di notizie, tra cui quelle del cuore.

Con Francisco Mariano Nipho (1719 – 1803) è nato il giornalismo spagnolo. Il primo giornale a madrid è 1732: Gazzetta di storici, politici e canonica, e morale, lavoro unico fray José Alvarez. Ognuno dei suoi dodici numeri erano seicento pagine.

di gennaio, 1737 iniziato a essere modificato trimestrale, a Madrid, Giornale dei letterati di Spagna; , e nel 1738, Il Mercurio storico e politico prima rivista in lingua spagnola di politica internazionale. Nipho lavorato su di esso. Una delle sezioni fisse, più antica, è stata quella di brevi annunci.

La prima agenzia di stampa

A Boston ha creato il prima agenzia di notizie del mondo nel 1811, l’idea di un curioso personaggio di nome Samuele Topliff, proprietario di una caffetteria famoso di questa città: il Gilbert’s Casa di Caffè e Latte.

Questo pittoresco personaggio, notando l’interesse dei suoi clienti di essere a conoscenza della notizia cambiato la natura del locale, il che rende un Merchant’s Sala Lettura o sala di lettura per i commercianti.

Secondo la mentalità del tempo, l’austriaco Sigmund Freud aveva ragione quando ha previsto che l’unica cosa che non cambierà mai sono tutte le notizie di interesse per l’uomo: “la grotta era preoccupato circa le stesse cose che l’uomo del nostro tempo: il cibo, le donne e il tempo.”

Vuoi saperne di più?

CuriositàSfera.com vorremmo sapere se questo articolo intitolato la storia del giornale è stato utile o che ti è piaciuto. Se ancora vuoi più risposte e interessanti informazioni, vi invitiamo a visitare la nostra categoria di storia. Se preferisci, puoi chiedere nella ricerca qui sotto direttamente.