La melanina nei gatti, colori umelanísticos, il gene per la diluizione del colore

Gatos Paradais Sphynx

Informazioni su gatti, la loro cura e la salute, razze di gatti, di genetica, di cat. Foto e video.

Intestazione di Destra

  • Animales
  • Perros
  • Cento
  • Rettili
  • Anfibios
  • Aves
  • Peces
  • Mamíferos
  • Sphynx
  • Perro sin pelo
  • Invertebrados
  • Natura
  • Viaggi

Autore: Paradais Sphynx Deja onu comentario

In questo página gatti

  • 2.1 abbinamenti
  • 2.2. Esempio pratico
  • 3.1. Esempio di gatti diluire
  • 4.1 Più informazioni su gatti, razze, cura…

la pigmentazione chiamato eumelanina, un componente di melanina, che è responsabile per i gatti ad avere un mantello di colore nero e, in caso di non-manifesto, il gatto di presentare un fenotipo di colore bianco.

Melanociti e la produzione di melanina

Alcune cellule chiamate melanociti che si trova nell’epidermide e il follicolo pilifero, sono responsabili della comparsa delle varietà di colori nella gatti; la sua missione principale è la produzione di melanina è un pigmento granulare e localizzate in pelle, i capelli e gli occhi dell’animale.

Ci sono due tipi di melanine:

– Eumelanina: nero Pigmentazione marrone, sono molecole di forma sferica, che assorbono la luce.

– Feomelaninas: Pigmentazione arancione, giallo, rosso, riflettendo la luce, le molecole sono più allungata.

La densità e l’intensità dei pigmenti, la potenza e la temperatura completare la vasta gamma di modelli e colori esistenti nel gatto.

Il colore bianco è dovuto all’effetto opposto, vale a dire, è prodotto dall’assenza di pigmentazione animale come risultato della mancanza di sopravvivenza dei melanociti, che muoiono prima di migrare verso l’epidermide durante il processo chiamato l’embriogenesi.

Il gene B e i gatti neri

Il gene B è responsabile per il nero, la pigmentazione, che è a dire, i gatti con fenotipo di colore nero, ha un allele recessivo è simboleggiata con la lettera b, si tratta di una mutazione che cambia il colore del mantello è di Cioccolato o di castagno, a sua volta, c’è un altro allele recessivo rispetto a B e b, che trasforma il mantello in una tonalità di marrone chiaro o marrone chiaro, è l’allele b1. Sia b, b1, poiché i geni recessivi, la necessità di essere presenti in omozigosi ( o, nel caso del colore del cioccolato in heterozygosis cannella: bb1) per il gatto, ha preso questi vestiti sono così caratteristici.

Il cambiamento di colore dal nero al cioccolato o cannella, è dovuta ad una deformazione nelle particelle dei pigmenti sono una conseguenza di una non corretta produzione di eumelaninas; i pigmenti vengono convertiti in forme estese, in cui si produce questo cambiamento di tonalità di colore.

Notano combinaciones

– Nero: supporta le seguenti combinazioni: BB (omozigoti, fenotipo, nero, dominante), Bb (fenotipo nero vettore di cioccolato, eterozigoti), Ff (eterozigoti, fenotipo, nero, vettore di cannella).

– Cioccolato: bb (homocigoto fenotipo non è cioccolato), ff (heterocigoto, un fenotipo non è cioccolato, portador de canela).

– Canela: ingannato in giro (homocigoto, fenotipo canela).

Esempio pratico

Supponiamo che un incrocio di un gatto è omozigote per il carattere nero, (BB) con una femmina di cioccolato (bb):

Tutti i cuccioli saranno il nero, perché il gene dominante è imposto contro il recessiva.

Supponiamo che lo stesso esempio, ma in questo caso il maschio è portatore di cioccolato:

Per essere presente in entrambi i genitori, il gene recessivo (b), si manifesterà nella prole e, di conseguenza, si avrà il 50% dei cuccioli color cioccolato e il resto sarà nero che porta al cioccolato.

Il gene di diluizione: gatti, blu, lilla e fulvo (cannella)

Il precedente gene è completato con il cosiddetto gene di diluizione D, che ha l’effetto di controllare la densità del colore, la sua allele “d” diluisce la densità della pigmentazione e fa sì che il gatto di diventare una tonalità di blu, lilla, panna, o fulvo (cervo, capriolo, o cannella).

In breve, il gene per la diluizione del colore produce un chiarimento sulla pelle del gatto; questo può essere dovuto ad un’anomala distribuzione nelle particelle dei pigmenti. Si tratta di un gene che occupa un luogo diverso dall’studiato in precedenza, vale a dire, il gene B e, quindi, agire in modo indipendente.

Come si può vedere, aumenta la varietà di colori in un gatto; molti gattini venuto a presentare il colorato spettacolari; in aggiunta, la diluizione può colpire anche i gatti di colore rosso, che è a dire, quelle mininos che invece di avere il nero della pigmentazione (eumelanina), hanno una colorazione arancione o rosso (feomelanina) e, di conseguenza manifesto di un mantello color crema.

Esempio di gatti diluire

vediamo una tabella degli incroci per fare uno studio dell’azione di questo gene; assumiamo un punto di intersezione di due gatti neri, il compimento di cioccolato e di diluizione, e che abbiano i seguenti genotipo: Bb Dd

– Le statistiche ci indicano che 9/16 (56.25%) sarà gatti con fenotipo nero, 3/16 (18.75%) blu, 3/16 (18.75%) gatti cioccolatini e 1/16 di lilla.

– Entrambi i gatti portano al cioccolato; pertanto, la prole sarà nati i cuccioli di cioccolatini.

– Come i genitori sono portatori, anche il gene recessivo per la diluizione, nascerà gatti lilla (diluire di cioccolato e di gatti blu (diluizione del nero).

– In caso di desconociéramos il genotipo dei genitori, si dovrà eseguire le croci di test per sapere se sono o non portatori di diluizione, esempio: se nella lettiera escono diluito, è ovvio che non sono; se escono tutti e nero, probabilmente uno o nessuno è portatore; è meglio, in questo ultimo caso, è attraversata con i gatti diluire e avere, quindi, un elevato grado di successo, per la scoperta di questo gene nel nostro gatto. Oggi, ha il vantaggio di testare il gatto in un laboratorio specializzato e così in pochi giorni siamo in grado di controllare se è portatore di un certo colore.