Etimologia o l’origine della parola gatto

Gatos Paradais Sphynx

Informazioni su gatti, la loro cura e la salute, razze di gatti, di genetica, di cat. Foto e video.

Intestazione di Destra

  • Animales
  • Perros
  • Cento
  • Rettili
  • Anfibios
  • Aves
  • Peces
  • Mamíferos
  • Sphynx
  • Perro sin pelo
  • Invertebrados
  • Natura
  • Viaggi

Autore: Paradais Sphynx 1 comentario

In questo página gatti

  • 4.1 Più informazioni su gatti, razze, cura…

Teorie della parola gatto

Sulle varie teorie esistenti sull’origine la parola “jack”, la più diffusa e accettata, ritiene che esso deriva dal latino per “cattus”, è un termine usato dai romani per designare il gatto domestico, a fronte del termine felis, che è stato utilizzato per chiamare il gatto selvatico.

Per la scienza, è un piccolo mammifero dell’ordine carnivoro, appartenente alla famiglia Felidae, sottofamiglia Felinae, genere Felis, a sua volta, una sottospecie di gatto selvatico (felis silvestris).

Denominazioni scientifiche gatto

Carolus Linnaeus stato nominato con il nome di Felis Catus, nel suo libro » Systema Naturae 1.735-1770 (decima edizione 1.758 è considerato il punto di partenza della zoological nomenclature), per parte sua, Johann Christian Daniel Von Schreber, nomi di gatti selvatici, nel 1775, come “felis silvestri”, nel suo lavoro “le Descrizioni e le Illustrazioni della Natura dei Mammiferi,”. Sulla base di queste valutazioni, la Commissione Internazionale di Nomenclatura Zoologica, battezza il gatto domestico Felis Silvestris Catus e chiamato per le specie selvatiche come Felis Silvestris.

a volte il gatto domestico riceve altri scientifico espressioni, come felis catus, felis catus galli, galline e felis silvestris domesticus, ma non sarà corretto, se prendiamo in considerazione la denominazione stabilita dal Codice Internazionale di Nomenclatura Zoologica.

che Cosa dice il Dizionario della Reale Accademia?

Il Dizionario della Reale Accademia spagnola definisce come: “mammifero carnivoro della famiglia dei Felidi, digitígrado, a casa, a circa cinque metri di lunghezza dalla testa all’inizio della coda, che misura due metri circa. Ha una testa rotonda, della lingua ruvida, le gambe corte e spessa, liscia, bianco, grigio, marrone, rosso o nero. E ‘ molto utile in case come cacciatore di topi.” Definizione che in tempi moderni è un po ‘ obsoleto.